Tag / sum 41

Recensione album 13 Voices – Sum 41

Scritto da diexx88 12 ottobre 2016 Musica

sum_41_13-voices

1.A Murder of Crows
2.Goddamn I’m Dead Again
3.Fake My Own Death
4.Breaking the Chain
5.There Will Be Blood
6.13 Voices
7.War
8.God Save Us All (Death To POP)
9.The Fall and the Rise
10.Twisted By Design

I Sum 41 tornano con un nuovo disco dopo un periodo di fuoco per la band. Inziato con l’uscita di Steve Jocz dal gruppo, continuato con i problemi di droga e alcol e quasi morte di Deryck Whibley e finito con il ritorno del buon Dave Baksh alla chitarra.
Il gruppo è stato uno di quelli che hanno segnato la mia crescita musicale. I loro dischi, a partire da Half Hour of Power fino a quel capolavoro di Chuck, hanno fatto da colonna sonora al tragitto casa-scuola-casa migliaia di volte insieme al mio fidato lettore CD portatile. E’ invece a causa del DVD Sake Bombs and Happy Endings e alla potenza di Dave Baksh se ho imbracciato la chitarra.

13 Voices arriva 5 anni dopo l’orripilante Screaming Bloody Murder ed è stato preceduto in anteprima dai 3 singoli Fake My Own Death, War e God Save Us All (Death to POP). Singoli piuttosto banali, War in testa a portabandiera della mediocrità. Forse solo in Fake My Own Death risonava qualcosa di vagamente interessante, o magari era solo il Bill Cosby chef presente nel video!

Partendo a parlare del disco, bella l’intro di A Murder of Crows, traccia di apertura dell’album. Goddamn I’m Dead Again suona abbastanza Chuck, con un ritmo serrato e pesante ma soprattutto con Dave Baksh finalmente di ritorno alla chitarra nella seconda parte del brano! Bravi, bella canzone!
Fake My Own Death, come già scritto prima, non è malaccio in fondo. Breaking the Chain invece è un brano un po’ più poppeggante ma dal testo molto bello.
13 Voices, che dà il nome all’album, è un altro brano bello veloce e tirato a differenza di War che resta comunque un brano scontato ma messo in scaletta insieme agli altri non suona può così stonato.
God Save Us All (Death To POP), ultimo singolo rilasciato prima dell’uscita del disco, e The Fall and the Rise non mi dicono niente di che a differenza della traccia di chiusura Twisted By Design che è per me una delle più belle di tutto l’album nonostante si discosti molto dalle ritmiche veloci e pesanti che ho sempre preferito nei Sum 41.

I testi sono legati da un unico filo conduttore: la caduta e la riabilitazione passato da Deryck Whibley durante gli scorsi anni. Certo, la conseguenza è un disco monotematico che può risultare monotono ma pazienza. Se questo è il compromesso da accettare per avere un album che non parla di fesserie mi sta bene.

Onestamente mi aspettavo di peggio, niente di eccezionale ma nemmeno una porcata totale. Abbastanza bravi!

Sum 41 – Fake My Own Death (Official Music Video)

Scritto da diexx88 30 giugno 2016 Musica

Che post potevo scegliere per riesumare il blog se non la nuova canzone dei risorti Sum 41? E’ davvero un piacere rivedere il vecchio Baksh!
Vedremo il 7 ottobre 2016 quando uscirà il nuovo album ’13 Voices’ cosa cacheranno fuori. Probabilmente porcherie.
Davvero peccato però che nella canzone non ci sia alcuna traccia di frasi filosofiche alla life is too short to last long! Sarebbe stata decisamente più bella.

Nota di merito nel video al Bill Cosby chef!

Dave Baksh ritorna nei Sum 41! O forse no?

Scritto da diexx88 24 luglio 2015 Musica

Sì esistono ancora i Sum 41.

E sì, Dave Baksh è tornato! Almeno per uno show, al Alternative Press Music Awards 2015 è entrato in gran carriera con l’assolo di In To Deep.
E sul suo profilo Facebook aveva scritto:

Yes yes y’all I’m back. Sum 41! Thanks to all of the crew, band and fans for making me feel so welcome.

Sembrerebbe quindi un ritorno.. Ma stamattina di quel post non c’è più traccia! Che il suo I’m back fosse riferito al singolo concerto? Se fosse così sarebbe l’epic fail più grande, visto che ogni vecchio fan della band si è capottato nel sentire la notizia.

Intanto ecco il video con il concerto, con un batterista sosia di Travis Barker.

Ora scusatemi ma vado a ripescare il DVD Sake Bombs and Happy Endings.

Deryck, are you doing okay?

Scritto da diexx88 11 giugno 2013 Musica

Ecco come si è presentato Deryck Whibley qualche giorno fa.
Sembra si sia solo ingigantito di faccia. Steroidi? Cortisone? Eroina? Burger King?

Ed ecco un tweet di Fat Mike, dopo che gli è stato fatto notare come gli somigliasse! EPIC!

fat mike

(e la sua tipa non è che se la passa meglio eh)

Note Legali

Info & Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Il contenuto costituisce espressione di opinioni e idee. Come tale è equiparabile all’informazione aziendale sia ad uso interno sia presso il pubblico per la quale il comma 2° legge 62/2001 esclude gli adempimenti di cui alla legge 47/1948.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Credits

Autore:

Diexx88

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email e saranno immediatamente rimossi.

Reso possibile da:

Wordpress.org | versione in uso: 4.3.11

Based on Alpha Quintrex 1.0.1 developed by Alpha WP Themes

Hosted by Aruba

Responsive layout by Bootstrap

Sito ottimizzato per Firefox, Opera e Chrome. Se usi Explorer sono cazzi tuoi. Aiuta a costruire un mondo migliore!

Scarica Opera / Firefox / Chrome!