Category / Informatica

Rimuovere la pubblicità da Skype

Scritto da diexx88 21 novembre 2015 Informatica, Internet

Chiariamoci bene. Sono d’accordissimo nell’ospitare la pubblicità nei programmi gratuiti che uso. Per carità.

Ma Skype è l’eccezione. E’ l’eccezione per alcuni motivi.

1. Quando non era Microsoft non ricordo pubblicità così invasive;
2. Ok le pubblicità, ma avere banner che occupano il 70% della finestra di conversazione e robe il flash che partono come nei peggio programmi con Adware è eccessivo.

Quindi, mani sulle tastiere e togliamo la maledetta pubblicità da Skype:

Premere il pulsante Start e cercare Opzioni Internet.
Aprite e selezionate la scheda Sicurezza:

opzioni_internet

Cliccate su Siti con restrizioni ed aggiungete l’indirizzo https://apps.skype.com

Siti_con_restrizioni

Confermate e riavviate Skype. Ed è fatta, ciao alle pubblicità.

C’è un ulteriore step che volendo può essere fatto, ovvero togliere lo spazio vuoto nella videata delle conversazioni destinato ad ospitare la pubblicità.

Per prima cosa, chiudete Skype.
Andate nella directory in cui avete installato il programma e cercate la cartella col vostro profilo utente.

All’interno troverete un file XML. Apritelo e cercate la stringa AdvertPlaceholder

<AdvertPlaceholder>1</AdvertPlaceholder>

e mettere il flag a 0

<AdvertPlaceholder>0</AdvertPlaceholder>

Salvate le modifiche, chiudete tutto ed avviate Skype!

Come dicevo, capisco perfettamente che le pubblicità servono per il sostentamento dei programmi free. Ma qua si sta parlando di un peggioramento incredibile di un programma non sviluppato da una piccola società ma da Microsoft.
Quindi, quando vorranno piantarla di fare i mongoli la gente smetterà di cercare workaround per risolvere le loro puttanate.

Resuscitare il caro visualizzatore di foto in Windows 10

Scritto da diexx88 25 agosto 2015 Informatica

Windows 10 non è privo di boiate.
L’app foto è un qualcosa di terribile. Scroll del mouse funziona tanto quanto una sedia a rotelle senza ruote. Senza contare che le immagini scorrono random senza nessun apparente motivo.

E la cosa più urticante è che è il visualizzatore di immagini predefinito. Una spina nel culo.

Se siete finiti qua, è perchè anche voi avete notato che il buon vecchio ed essenziale Visualizzatore di foto non è più presente in Windows 10.
Beh non è del tutto vero. In Windows 10 il visualizzatore esiste ancora, è solo stato nascosto da Microsoft.

Per fortuna è possibile riaverlo.

Serve solo una manualità di base con il registro di Windows e un po’ di smanettamento.

Step 1: aprire regedit (se non sapete come fare, probabilmente questa guida non fa per voi – editazioni errate del registro sono mortali per il sistema) e posizionarsi sulla chiave HKEY_CLASSES_ROOT\Applications\photoviewer.dll\shell

Step 2: Sotto la chiave shell creare una nuova con nome open. All’interno creare un valore stringa con nome MuiVerb e valore @photoviewer.dll,-3043.
Step 3: Sotto la chiave open creare una nuova con nome command e modificare il valore della stringa (Default) in %SystemRoot%\System32\rundll32.exe “%ProgramFiles%\Windows Photo Viewer\PhotoViewer.dll”, ImageView_Fullscreen %1
Step 4: Sotto la chiave open creare una nuova con nome DropTarget e creare un nuovo valore stringa con nome CLSID e valore {FFE2A43C-56B9-4bf5-9A79-CC6D4285608A}

Avrete quindi una situazione di questo tipo:

Cattura1
Cattura2
Cattura3

Alla fine di tutto avrete di nuovo reso disponibile il Visualizzatore di Foto nel menù Apri Con

Cattura4

Quella genialità della Cookie Law

Scritto da diexx88 11 giugno 2015 Informatica, Internet

Bestialità, sono davvero bestialità ste cose.

Che cosa si sono inventati nel lontano 2012 quelle menti eccelse, illustrissime ed accademiche del direttivo europeo?
Una perla, una chicca! Anzi lasciatemelo dire, un guizzo di genialità vero e genuino che solo a cervelli fini e colti come i loro poteva venire in mente.

Parlerò da ignorante perchè sono un semplice piccolo sviluppatore, con al momento due siti web in piedi e che presto pensavo di aprirne un altro, ma ora fanculo.
Non mi frega nulla di ciò che ha portato a sta cagata di elefante di legge.

Partiamo dalle implicazioni, perchè dal punto di vista dei blogger come me o chi, sempre come me, ha altri siti amatoriali sta storia ha davvero del bizzarro.
Io non ho pubblicità, non vendo un cazzo di niente e non ho interesse a guadagnare manco mezzo centesimo dal mio sito.
Ma ho un widget per Facebook, incorporo video di Youtube e playlist di Spotify.
Questi widget o incorporamenti, lasciano dei cookies sul pc dell’utente. Cookies che io non utilizzo perchè non hanno alcun valore. Sono invece siti come Facebook e Google ad usare proprio quei cookies per tenere traccia dell’utente. Sono Facebook e compagnia bella che dovrebbero smettere di seguire l’utente nella navigazione fuori dai loro domini. Che cazzo c’entro io?

Inoltre non è neppure chiaro se devo bloccare i cookies di Facebook e compagnia bella finchè l’utente non dà consenso, o solo mettere quello schifo di banner per avvisare che anche qui come nel resto dei siti del mondo ci sono alcuni cookies. Cosa che anche i mocassini indossati da Cristo nell’antica Roma sanno.

Iniziamo a vedere le bestialità che questa legge comporta:

Bestialità #1: se non ti metti in regola partiranno multe da 6.000 ai 36.000 euro. Per non aver messo un fottuto banner e un’informativa. no dai ripeto, UN FOTTUTO BANNER.
Bestialità #2: chiedi a milioni di webmaster (molti dei quali ignoranti come ciabatte in programmazione) di modificare i loro siti quando esistono una decina di aziende produttrici di browser che già integrano la funzione di blocco dei cookie. Basterebbe aggiungere uno schifosissimo bottone per il blocco di quelli profilanti.
Bestialità #3: ogni Stato europeo ha interpretato a suo modo sta disposizione… Ma… Qualcuno ha detto che il web non è territoriale? Perchè dovrei aggiornare il mio sito? Perchè è in hosting in Italia? Beh per tanto così lo sposto in qualche server estero, sai che cazzo me ne frega. Oppure è un’implicazione più profonda? Nel senso che tutti i siti sono fuorilegge? Quindi blocchiamo tutti i siti esteri perchè illegali, da quello dei One Direction a quello di Barack Obama.
E quindi in Spagna e Francia che la Cookie Law è applicata diversamente che succede? Il mio blog è oscurato perchè non rispecchia i loro standard? Devo adeguare il mio sito a tutte le normative di ogni Stato? Non è che domani arrivano i tedeschi e mi chiedono 3 mila euro perchè il mio sito non rispecchia le loro policy? Sublime. Davvero un qualcosa di sublime.
Bestialità #4: un cazzo di banner marcio è la soluzione? Trovatemi un sito che non abbia nessun cookie di profilazione. Trovatelo. L’utente fa prima a spaccare il computer oppure, e qua si ritorna alla bestialità #2, bloccare i cookie dal proprio browser.
E comunque, volete dare un taglio ai cookie di profilazione (che sarebbe un’ottima cosa)? Rendeteli illegali e fine. Ciao. Hasta la vista. Arrivederci! Invece no, non si pestano i piedi ai colossi, meglio dar noie ai piccoli. Cazzo se ne frega se molti per la paura di multe hanno tirato giù i siti.
Bestialità #5: se ci sono cookies di profilazione devi per forza dichiararli telematicamente e pagare 150€ di spese di cancelleria. Spese di cancelleria per una comunicazione telematica. E chi deve dichiararli? Io devo pagare 150€ per dichiarare che Facebook registra dei cookies dal mio sito? O i cookies di profilazione di terze parti non sono inclusi?

Incentivare lo sviluppo telematico in un paese in cui è sotto zero: lo state facendo MOLTO MALE.

Io per ora resto in attesa, ma non resterà che modificare i siti. Grazie Europa e grazie Garante. Mi va giusto male che ho rinnovato da poco il dominio, altrimenti valutavo lo spostamento.

Note Legali

Info & Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Il contenuto costituisce espressione di opinioni e idee. Come tale è equiparabile all’informazione aziendale sia ad uso interno sia presso il pubblico per la quale il comma 2° legge 62/2001 esclude gli adempimenti di cui alla legge 47/1948.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Credits

Autore:

Diexx88

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email e saranno immediatamente rimossi.

Reso possibile da:

Wordpress.org | versione in uso: 4.3.14

Based on Alpha Quintrex 1.0.1 developed by Alpha WP Themes

Hosted by Aruba

Responsive layout by Bootstrap

Sito ottimizzato per Firefox, Opera e Chrome. Se usi Explorer sono cazzi tuoi. Aiuta a costruire un mondo migliore!

Scarica Opera / Firefox / Chrome!